ISO 14001:2015

La crescente consapevolezza da parte della società umana dell’impatto sull’ambiente dei propri stili di vita, unita alla necessità delle Organizzazioni, sia pubbliche che private, di gestire il normale rischio ambientale ha dato impulso alla nascita della norma UNI EN ISO 14001:2015, lo standard sui sistemi di Gestione Ambientale più diffuso nel mondo.

Per alcuni settori, ed in relazione ai concorsi pubblici (appalti e bandi), o per l’accesso a finanziamenti, la ISO 14001 è obbligatoria.

Perché implementare la norma?

È uno standard basato sulla metodologia “Plan-Do-Check-Act” e fornisce un quadro sistematico per l’integrazione delle pratiche a protezione dell’ambiente, prevenendo l’inquinamento, riducendo l’entità dei rifiuti, il consumo di energia e dei materiali.

La versione 2015 della norma introduce il concetto di “valutazione del rischio”, al fine di consentire lo sviluppo di strumenti e metodologie atte all’individuazione e trattamento dei rischi e delle opportunità, secondo una logica di tipo “preventivo”.

Principali benefici

  • Riduzione del rischio di violazione della normativa ambientale e delle gravi sanzioni (anche penali) in caso di infrazione.

  • Riduzione dei costi, evitando gli sprechi sia in termini di materiali fino ai fabbisogni energetici richiesti

  • Miglioramento del posizionamento sul mercato, a fronte di un’immagine aziendale efficacemente “eco-friendly”

  • Riduzione dei premi assicurativi connessi ai rischi ambientali

  • Rapida ed efficace gestione delle autorizzazioni ambientali e rapporti semplificati con le autorità preposte ai controlli

  • Nell’ambito di contratti, gare o appalti pubblici, abbattimento delle fideiussioni richieste sino al 20% (art. 93 D.Lgs 50/2016 c.d. “Codice degli appalti”)