top of page

Bresciaoggi parla di TQSA


Bresciaoggi, un quotidiano locale relativo a Brescia e provincia, parla di noi in un articolo pubblicato nell'edizione di domenica scorsa Domenica 23 giugno 2024.


Di cosa parla l'articolo? Nuove Normative e Regolamenti sulla sicurezza sul lavoro nel 2024

L'articolo di Bresciaoggi analizza le principali novità normative introdotte quest'anno e come queste influenzeranno le operazioni delle aziende. Nel 2024 infatti sono state introdotte importanti novità che richiedono un'attenta considerazione da parte degli imprenditori. Rimanere aggiornati su queste normative è fondamentale per garantire la sicurezza dei lavoratori e per evitare sanzioni che possono avere conseguenze significative.


Di seguito trovi un breve riassunto dei punti trattati.


Trattamento Economico per il Personale Impiegato negli Appalti/Subappalti

Dal 2024, il personale impiegato negli appalti e subappalti ha diritto a un trattamento economico e normativo non inferiore a quanto stabilito dai contratti collettivi nazionali (CCNL) e territoriali. Questo estende al settore privato le disposizioni già presenti nel Codice degli appalti pubblico, con particolare attenzione ai diritti e alle condizioni economiche dei lavoratori.


Lista di Conformità INL

È stata istituita una "Lista di conformità INL", un elenco informatico pubblico per i datori di lavoro che non presentano violazioni o irregolarità. Questi datori di lavoro non saranno soggetti a ulteriori verifiche per un periodo di dodici mesi, salvo eccezioni per le verifiche in materia di salute e sicurezza​.


Verifica di Congruità della Manodopera

Nei lavori edili, sia pubblici che privati, il responsabile del progetto deve verificare la congruità dell'incidenza della manodopera sull'opera complessiva prima del saldo finale dei lavori. Questo obbligo si applica agli appalti pubblici di valore pari o superiore a 150.000 euro e agli appalti privati di valore pari o superiore a 500.000 euro​​.


Stretta sul Lavoro Irregolare

Vengono inasprite le sanzioni per l'impiego di lavoratori senza preventiva comunicazione. Le sanzioni pecuniarie aumentano dal 20% al 30%, con pene che possono includere l'arresto fino a un mese e ammende di 60 euro per lavoratore per ogni giornata di lavoro irregolare​​.


Patente a Crediti

Dal 1° ottobre 2024, tutte le imprese e i lavoratori autonomi operanti nei cantieri temporanei o mobili devono ottenere una "patente a punti". Questa patente, rilasciata dall'Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL), parte con un punteggio iniziale di 30 crediti, che possono essere decurtati in caso di violazioni e recuperati attraverso corsi di formazione sulla salute e sicurezza. La patente è obbligatoria e la sua mancanza può comportare sanzioni amministrative​.


Nuove Assunzioni degli Organi di Controllo e Vigilanza

Per rafforzare il sistema di vigilanza, l'INL ha previsto nuove assunzioni di personale ispettivo. Dal 1° settembre 2024, saranno attuate 50 nuove assunzioni per il Comando Carabinieri per la tutela del lavoro e verrà destinato un importo di 20 milioni di euro per incrementare le risorse finanziarie utili all'implementazione dei sistemi informatici specifici​​.


Quali sono gli impatti sulle Aziende?

Queste nuove normative influenzeranno significativamente le operazioni quotidiane delle aziende. I costi di adeguamento includeranno investimenti in formazione, aggiornamento della documentazione e implementazione di nuove procedure.

Le tempistiche per la conformità sono stringenti e richiedono una pianificazione immediata per evitare sanzioni.

Come adattarsi alle novità?

Per conformarsi alle nuove normative, le aziende potrebbero iniziare implementando audit interni regolarmente al fine di verificare se i processi interni relativi alla sicurezza sono aggiornati e confermi alle nuove leggi. Un altro punto fondamentale sono i corsi e la formazione per il personale che potrebbero essere svolti con maggior frequenza in modo che i lavoratori siano al passo con le ultime novità e che le applichino in modo pratico. Tuttavia, il consiglio più utile è quello di evitare il “fai da te” e affidarsi invece a consulenti esperti e professionisti che si occupano di sicurezza sul lavoro quotidianamente. Questi specialisti possono fornire un supporto completo e personalizzato, assicurando che tutte le normative siano rispettate e che l'azienda possa operare in un ambiente sicuro e conforme alle leggi. In questo modo un imprenditore non deve preoccuparsi di nulla nel momento in cui delega a una società esterna.


Grazie a Bresciaoggi per averci menzionato nel loro articolo come partner ideale della sicurezza sul lavoro per le aziende di Brescia e provincia.


Eri al corrente di queste novità? Commenta qui sotto.


9 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page